Quotidiani in Italia, continua a diminuire il numero dei lettori

BySamuel

Quotidiani in Italia, continua a diminuire il numero dei lettori

Gli ultimi dati raccolti da ADS a fine settembre 2021 mostrano come la diffusione e l’acquisto dei quotidiani cartacei nel nostro paese stiano continuando a diminuire, con il conseguente calo delle tirature dei giornali.

Sempre stando a quanto riportato da ADS, il quotidiano più letto d’Italia è ancora una volta il Corriere della Sera, che si posiziona sul gradino più alto del podio con 255 mila copie vendute in media al giorno. A debita distanza troviamo poi La Repubblica, con 157 mila copie, e il Sole 24 Ore a quota 135 mila. A metà classifica, con oltre 100 mila copie giornaliere, troviamo La Gazzetta dello Sport, La Stampa e Avvenire. Infine, fanalini di coda sono Il Messaggero con 75 mila copie, seguito dal Resto del Carlino a 69 mila, Corriere dello Sport a 61 mila e il Fatto Quotidiano a quota 52 mila, ultimo in graduatoria.

Per comprendere al meglio questi numeri è bene tenere conto che, per quanto riguarda la diffusione, il numero finale tiene conto di:

  • ogni copia pagata, anche se scontata;
  • ogni copia gratuita;
  • tutte le copie cartacee e quelle digitali;
  • sia i quotidiani acquistati da singoli che quelli acquistati da aziende.

Confrontando questi dati con quelli dell’anno precedente, possiamo notare fin da subito che la maggior parte delle testate ha fatto registrare delle perdite importanti. La Repubblica subisce il calo più grande, -14,4%, mentre Gazzetta dello Sport, Stampa, Sole 24 Ore e Resto del Carlino perdono tutti tra il 5,8 e il 7,5%.

Rimangono pressoché invariate le vendite del Corriere della Sera, del Messaggero e dell’Eco di Bergamo, unica piccola realtà a resistere a questo “massacro” dei quotidiani. Curiosamente fuori dal coro è La Verità, che registra una leggera crescita.

Per quanto riguarda invece le sole copie cartacee, il Corriere della Sera rimane fisso al primo posto con 155 mila, mantenendo un ampio margine su Repubblica e Gazzetta dello Sport, rispettivamente a 103 mila e 93 mila copie giornaliere. A superare le 50 mila copie sono poi solamente il Messagero, 53 mila, il Resto del Carlino con 65 mila e La Stampa con 69 mila copie. Il calo maggiore rispetto all’anno precedente rimane quello registrato da Repubblica, -19,5% di copie vendute.

About the author

Samuel administrator

Leave a Reply